mercoledì 26 dicembre 2012

Il Presepe Vivente di Pollena Trocchia


Venerdì 28 e sabato 29 dicembre, dalle ore 19:30 alle ore 22:00, andrà in scena, nel borgo antico di Pollena Trocchia, il tradizionale Presepe Vivente. Ad organizzare l’evento, ormai giunto alla quarta edizione, l’associazione locale Liberi Pensieri.
Oltre cento i figuranti coinvolti nell’iniziativa che animeranno, indossando abiti dell’antica Palestina, i vicoli ed i palazzi storici del borgo vesuviano. Attori improvvisati ed entusiasti saranno proprio gli abitanti del centro storico che ospiteranno materialmente il presepe nelle loro case e nei loro cortili.
Grande il successo di pubblico delle precedenti edizioni con migliaia di visitatori registrati ed il riconoscimento da parte dei tour operator locali.
Un appuntamento da non mancare per vivere la storia di Pollena Trocchia ed un intenso momento di fede e cultura. 

giovedì 13 dicembre 2012

Venerdì 14 dicembre, seduta del Consiglio Comunale

Venerdì 14 dicembre si terrà, alle ore 10:00, nella sala consiliare "Raffaele Capasso", il Consiglio Comunale  in sessione ordinaria ed in seduta pubblica, per la trattazione dei seguenti punti all'ordine del giorno:
1. lettura ed approvazioni verbali seduta consiliare del 31.12.2012 e verbale seduta consiliare del 23.12.2012;
2. rendiconto Gestion Esercizio 2011. Approvazione Conto di Bilancio e relativi allegati;
3. approvazione schema di convenzione triennale per l'affidamento del servizio di tesoreria comunale;
4. interrogazione con risposta orale del Consigliere Sig. Manzo Gennaro acquisita al Prot. Gen. al n. 009853 del 02.10.2012;
5. interrogazione con risposta orale del Consigliere Di Bernardini Natale acquisita al Prot. Gen. n.11127 del 06.11.2012. 

lunedì 3 dicembre 2012

Primarie PD, i risultati del voto sansebastianese

A San Sebastiano al Vesuvio, in linea con i risultati nazionali, il candidato che ha raccolto maggiori consensi, vincendo il ballottaggio delle primarie del PD, è stato Pierluigi Bersani, che ha totalizzato 370 voti. Matteo Renzi, il giovane sfidante, di voti, invece, ne ha raccolti 162. Al primo turno Bersani aveva ricevuto 340 voti, Renzi 166 e Vendola 54. Agli altri due candidati, Tabacci e Puppato, era toccata solo una manciata di voti. Giusto per dare un quadro completo, i sansebastianesi che si sono iscritti alle primarie del PD sono stati quasi 600, ma gli aventi diritto al voto sono ben 5.600. Considerando che l'attuale maggioranza comunale, capeggiata dal Sindaco Giuseppe Capasso, è di centro-sinistra, ci saremmo aspettati una maggiore affluenza alle primarie. La politica nazionale suscita, forse, minore interesse della locale?

Mercoledì 5 dicembre, presentazione ad Ercolano di Let's do it Vesuvius

Mercoledì 5 dicembre, alle ore 18:30, presso la sede del Forum dei Giovani di Ercolano, sita in Via Guglielmo Marconi, n. 39, i membri di Let's do it Italy presenteranno ai cittadini e alle associazioni Let's do it Vesuvius, ambizioso progetto di pulizia del Parco nazionale del Vesuvio. Come scrivemmo a fine luglio (leggi post), l'evento si sarebbe dovuto svolgere nel mese di settembre di quest'anno, ma a causa di problemi organizzativi è stato (giustamente) rinviato alla primavera del 2013. Il progetto ha molteplici finalità: accendere i riflettori, a livello internazionale, sulla realtà del Parco nazionale del Vesuvio, sito protetto sulla carta, ma che, invece, versa in uno stato di degrado ed abbandono, in cui insistono discariche legali ed abusive; sensibilizzare i cittadini sulla "questione vesuviana"; invitare le istituzioni a reagire, prendendo la manifestazione simbolicamente fattiva come punto di partenza; sensibilizzare, infine, la coscienza di ognuno nell'adoperarsi in prima persona per il bene comune. 

sabato 1 dicembre 2012

Parco Urbano, un'occasione persa

A fine maggio lanciavamo, attraverso le pagine del blog (leggi post), un appello indirizzato ai sansebastianesi, e non solo, invitandoli a partecipare al censimento promosso dal FAI - Fondo Ambiente Italiano, segnalando come "luogo del cuore" il Parco Urbano (o Villa Comunale) di San Sebastiano al Vesuvio. Eravamo convinti che l'iniziativa avrebbe riscosso grande successo tra gli internauti e che sarebbero fioccati i voti. Purtroppo, non è andata come speravamo. Nonostante il censimento sia stato prorogato di un ulteriore mese, dal 31 ottobre al 30 novembre, le segnalazioni giunte dal web (le cartacee non sono state ancora conteggiate dal sistema) si fermano a 12...troppo poche! Noi abbiamo dato, più volte, risalto al censimento, anche sulla pagina Facebook, ma evidentemente non è bastato per suscitare interesse nei lettori. Peccato, abbiamo perso un'occasione unica per dare visibilità nazionale al nostro Parco Urbano.

giovedì 29 novembre 2012

Cittadinanza Onoraria a Don Gaetano Borrelli


<<L’Amministrazione Comunale di San Sebastiano al Vesuvio rende omaggio a Monsignor Gaetano Borrelli per la trentennale attività di Parroco della nostra chiesa. Il suo impegno a favore degli altri ha contribuito a rendere la nostra città più attiva e vicina ai bisognosi>>.
Comincia così la pergamena commemorativa consegnata, Venerdì 23 novembre, a Don Gaetano Borrelli. Fra le righe le forti motivazioni che hanno spinto l'Amministrazione Comunale a conferire all'illustre cittadino di San Giorgio a Cremano, da trent'anni Parroco della chiesa di San Sebastiano al Vesuvio, la Cittadinanza Onoraria.  Per l'occasione si è tenuto un Consiglio Comunale in sessione straordinaria (leggi post) che ha richiamato nella sala consiliare numerosi fedeli e sostenitori del Monsignore.
<<
Privilegiata e fortunata - continua il testo - è la città che lo ospita e che lo vede Parroco dal 23 novembre del 1982. Grazie alla sua opera la nostra chiesa è stata elevata a Santuario Diocesano e nel corso degli anni è diventata la casa di tutti>>.   
Quando prende la parola  per il suo discorso, dopo l'intervento del Sindaco Giuseppe Capasso, Padre Gaetano trattiene a stento l’emozione. Comincia parlando della condizione di chi da "laico" si rivela tutt'altro che lontano da Dio. La riflessione teologica cede poi il passo ad un'attenta analisi del rapporto fra Chiesa e Stato e del reciproco rispetto che ne è alla base. La memoria ritorna, inevitabilmente, a quel lontano 23 novembre del 1982: <<Venendo qui a San Sebastiano il mio primo pensiero fu questo: devo andare a salutare il  sindaco>>. Un gesto che riempì di gioia l'allora primo cittadino  Raffaele Capasso, e sembrò segnare in positivo il proficuo e collaborativo rapporto che questi ebbe con la comunità ecclesiastica locale: <<C’è stato un rapporto così bello fra la comunità ecclesiastica ed il comune che tutti ci invidiavano>>.
Nel ricordare i tempi passati padre Gaetano auspica inoltre che il dialogo fra le attuali opposizione e maggioranza avvenga con lo stesso clima di serenità ed armonia e conclude: <<Questo è un bellissimo Comune io sono veramente contento ed entusiasta di stare qui in mezzo a voi. Mi ritengo davvero fortunato>>.
   

lunedì 26 novembre 2012

Convocazione Consiglio Comunale del 26 novembre e in seconda convocazione il 29 novembre

E'convocato il Consiglio Comunale, nella sala consiliare "Raffaele Capasso", in seduta ordinaria ed in seduta pubblica, in prima convocazione lunedì 26 novembre, ore 09:30, ed in seconda convocazione mercoledì 29 novembre, ore 11:00, per la trattazione dei seguenti punti all'ordine del giorno:
1. Riconoscimento debiti fuori bilancio - regolarizzazione carte contabili;
2. Riconoscimento debiti fuori bilancio ex art. 194 comma 1 lett. e) DLgs 267/2000 e ss.mm.ii. Sentenze esecutive Giudice di Pace di Sant'Anastasia;
3. Riconoscimento debiti fuori bilancio ex art. 194 comma 1 lett. e) DLgs 267/2000 e ss.mm.ii. Incarico professionale per la progettazione definitiva degli interventi urgenti finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, della scuola elementare comunale "S. Pertini" di Via Falconi;
4. Comunicazione al Consiglio comunale pronuncia Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per la Campania, n. 267/2012. Proposta misura correttive;
5. Rendiconto della Gestione esercizio 2011 - Approvazione degli schemi del conto del bilancio, del prospetto di conciliazione, del conto economico, del conto patrimonio e della relazione illustrativa;
6. Artt. 193 e 175 DLgs 267/2000. Salvaguardia equilibri di bilancia e relativo assestamento finanziario 2012. Approvazione;
7. Estinzione anticipata dei mutui contratti dall'Ente con la Cassa DD.PP. SpA. Proposta al Consiglio;
8. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 07.09.2012 n. prot. 9002 a firma del Consigliere Comunale Sig. Gennaro Manzo;
9. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 02.10.2012 n. prot. 9852 a firma del Consigliere Comunale Sig. Gennaro Manzo;
10. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 02.10.2012 n. prot. 9854 a firma del Consigliere Comunale Sig. Antonio Muccio;
11. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 29.10.2012 n. prot. 10882 a firma del Consigliere Comunale Sig. Giuseppe Ricci;
12. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 06.11.2012 n. prot. 11127 a firma del Consigliere Comunale Sig. Natale Di Bernardini;
13. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 16.11.2012 n. prot. 11516 a firma del Consigliere Comunale Sig. Giuseppe Ricci.

martedì 20 novembre 2012

Venerdì 23 Novembre, seduta del Consiglio Comunale


Venerdì 23 Novembre, alle ore 17:00, si terrà, nella sala consiliare Raffaele Capasso, la seduta  del Consiglio  Comunale  in  sessione straordinaria – ed in seduta pubblica, per la trattazione del seguente punto iscritto all'ordine del giorno:
conferimento della cittadinanza onoraria a Don Gaetano Borrelli per il trentennale di parrocato.

Avviso di interruzione di energia elettrica

Mercoledì 21 Novembre, dalle ore 12:00 alle ore 17.30, ci sarà un'interruzione di energia elettrica nel comune di San Sebastiano al Vesuvio. L'avviso è stato diffuso dall'Enel che in tale data effettuerà dei lavori di manutenzione sull'impianto. Le vie interessate dal disservizio saranno:
- corso Garibaldi dal civico 3 al 29
- via Giordano dal civico 2 al 16
- via Piromallo  dal civico 10 al 76, e dal 9 al 39
- via Rosselli dal civico 1
Durante i lavori i cittadini sono pregati di non utilizzare gli ascensori: la corrente potrebbe essere allacciata momentaneamente per prove tecniche.
Per informazioni telefonare al numero verde 803.500 

venerdì 16 novembre 2012

San Sebastiano al Vesuvio News sbarca su Google+

Già da qualche tempo stavamo cullando l'idea di aprire la pagina di San Sebastiano al Vesuvio News su Google Plus. Crediamo molto nelle potenzialità di questo nuovo social network (lanciato nell'estate del 2011), ancora poco diffuso in Italia, ma che sta conquistando sempre più utenti in tutto il mondo, arrivando ad infastidire lo storico rivale Facebook.
Oggi quell'idea è diventata realtà. I nostri post saranno pubblicati non solo, come di consueto, sulla pagina Facebook, ma anche su quella di Google Plus. in questo modo ci auguriamo di raggiungere un numero sempre maggiore di utenti. Se avete già un profilo su Google Plus, non vi resta che aggiungerci alle vostre cerchie. Cliccate qui per visualizzare la pagina.
Tornado al blog, nelle scorse ore abbiamo cambiato il font dell'intestazione e caricato l'immagine di copertina, scegliendo una foto panoramica, scattata dal Golfo di Napoli, del complesso vulcanico Somma-Vesuvio e dei tanti paesi (compreso San Sebastiano al Vesuvio) cresciuti alle pendici.

mercoledì 14 novembre 2012

Forum dei Giovani, un'occasione persa



Un’assunzione di responsabilità quella che ha portato, nella serata di ieri, allo scioglimento dell’ormai agonizzante Forum dei Giovani di San Sebastiano al Vesuvio. Purtroppo il fallimento del democratico organo cittadino, sul cui futuro avevamo, meno di un mese fa, espresso delle perplessità (leggi post), è risultato evidente all’apertura dei lavori per l’elezione del nuovo direttivo. La scarsa partecipazione dei giovani sansebastianesi si rifletteva nel vuoto delle sedie presenti in aula. Una situazione imbarazzante che ha reso inutili le elezioni ed inevitabile la drastica e combattuta decisione.
Il Presidente uscente, Nicola Mondini, non si è sottratto comunque alle accuse di inefficienza riconoscendo una “responsabilità personale e del direttivo limitata alla capacità di catalizzare i giovani del territorio”. Restano le critiche  rivolte agli amministratori comunali per il disinteresse mostrato nei confronti delle problematiche giovanili e del Forum che ne è il portavoce.
Le questioni messe in campo, nel dibattito che ha animato la discussione di ieri sera sono tante, le stesse ormai da anni. Ad influire sulla scarsa partecipazione la mancanza di una sede in cui svolgere con continuità le attività, impegno non ancora concretizzato nonostante le promesse pre-elettorali del sindaco Giuseppe Capasso. Mondini critica anche il discutibile comportamento della responsabile comunale alle politiche giovanili che ha omesso la pubblicazione dei manifesti informativi sul rinnovo del consiglio del forum.
La patata bollente passa ora agli amministratori locali cui spetta la coscienza dell’accaduto e l’inevitabile ed inutile “mea culpa”. Al di là delle tante polemiche il fallimento del Forum è un’occasione persa per i tanti giovani sansebastianesi troppo spesso accusati di superficialità e dinteresse.  

Aggiornamento del 15.11.2012
Questa mattina, Nicola Mondini, Presidente uscente del Forum dei Giovani, ha consegnato e protocollato, all'attenzione del Sindaco e della Giunta comunale, la lettera di dimissioni da Presidente del Forum, ed ha, inoltre, consegnato e protocollato, all'attenzione del Segretario generale del Comune e per conoscenza al Sindaco, al Presidente del Consiglio e a tutti i consiglieri, la lettera di denuncia delle gravi inadempienze del funzionario responsabile a supporto del Forum dei Giovani.

lunedì 12 novembre 2012

San Sebastiano al Vesuvio, donna uccisa a coltellate dal marito

Nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 11 novembre, a San Sebastiano al Vesuvio, si è consumato un efferato delitto. Antonietta Paparo, di 36 anni, è stata ripetutamente colpita al torace dal marito, Pasquale Iamone, 38 anni, che ha confessato agli inquirenti di aver colpito e ucciso a morte con un coltello la propria consorte. Dopo il delitto, la donna è stata trasportata dal marito a Villa Betania, ospedale evangelico del popoloso quartiere di Ponticelli, dove è giunta già cadavere. 
Sul luogo del delitto la Scientifica ha rinvenuto il coltello, ancora sporco di sangue, e numerose tracce ematiche sul terreno. Il marito, in un primo momento, ha fornito una falsa ricostruzione dei fatti, riconducendo l'evento mortale ad un tentativo di rapina perpetrato da ignoti nel mentre erano appartati in auto in una zona isolata del paese. Il racconto, però, presentava evidenti incongruenze. Durante il lungo interrogatorio Pasquale Iamone è crollato e ha confessato di aver ucciso la moglie. 
"La morte di Antonietta - secondo Melania Falcone, operatrice di prima accoglienza dello Sportello Lilithnon è un fatto di cronaca. E'un'emergenza sociale e politica che si chiama femminicidio, è una precisa strategia di annientamento, che non possiamo, né vogliamo più tollerare. Antonietta è l'ennesima vittima di una guerra incessante e silente che questa società muove alle donne per il solo fatto di essere donne. Diciamo basta ad ogni forma di discriminazione e violenza posta in essere contro la donna "in quanto donna". Perché le donne non debbano più pagare con la vita la scelta di essere se stesse, e non quello che i loro partner, gli uomini o la società vorrebbero che fossero".
La coppia viveva con il loro bambino nella limitrofa Cercola. Gli inquirenti stanno ricostruendo l'ambito in cui è maturato il delitto. 

Segnaletica INGANNEVOLE per i turisti diretti al Vesuvio


Non c'è sito, qui in Campania, più visitato del Vesuvio. Un luogo tanto amato ed allo stesso tempo maltrattato. Spiace dirlo, ma l’incuria ed  il degrado si percepiscono da subito non appena si imbocca la strada che conduce al cratere.
A coloro che sporcano, deturpano il territorio e quel poco di buono che si cerca, a gran fatica, di fare, il riferimento alla mostra di sculture in pietra lavica Creator Vesevo è d’obbligo, si aggiungono quelli che, in modo fraudolento, cercano di deviare il flusso di turisti diretti al Gran Cono
Succede in corrispondenza dell’ultimo bivio che precede l’arrivo a quota mille.
Dal confronto di due diverse foto, una scattata nel 2005 (in alto), l’altra di recente, appena una settimana fa, appare infatti evidente l’intervento fatto sulla segnaletica stradale. Il cartello che indicava la direzione per raggiungere il Vesuvio, di colore marrone, è stato rimosso; stessa sorte, giustamente, è toccata a quello dell'ormai dismesso Bar Ristorante Incantesimo
Un restyling ha riguardato invece la penultima serie di cartelli  privati presente sulla destra. Rispetto al passato: si è provveduto a rendere quasi invisibile la parola “EX” che si accompagna a “Seggiovia del Vesuvio”; sono state impiantate due diverse serie di frecce segnaletiche; è stata introdotta una nuova indicazione: "sentiero del trenino a cremagliera"
L’intento di ingannare i turisti diretti in auto al Gran Cono, dirottandoli verso un piccolo punto ristoro con vendita di souvenir,  è evidente. Chi si aspetta di trovare la “Stazione della Seggiovia del Vesuvio” rimarrà infatti deluso. Di questa struttura non c’è più traccia essendo stata completamente smantellata negli anni novanta, al suo posto  c'è oggi una piattaforma in cemento (leggi post). Il sentiero del trenino a cremagliera è invece uno dei sentieri ufficiali del Parco Nazionale del Vesuvio, il numero 8, e per imboccarlo occorre portarsi in corrispondenza dell’abbandonato ristorante "Zi Rosa" - 3 km prima del bivio - o alla fine dalla via Panoramica in San Sebastiano al Vesuvio (leggi post).  
Il flusso di automobilisti che segue la direzione indicata dalle frecce è notevole. Spesso basta attendere pochi minuti per vederli ritornare indietro.  Di scarso successo anche il tentativo di chi, impugnando una bomboletta, ha deturpato il pannello in legno dell’ente Parco scrivendo a gran lettere “VESUVIO”  ad indicare la strada corretta da percorrere. Come si può vedere, ingrandendo la foto in basso, la scritta è stata cancellata.
E’ evidente che a farne le spese non è solo la credibilità dell'Ente Parco del Vesuvio e degli organi preposti alla tutela del territorio, ma anche e soprattutto gli ignavi turisti. Quella della segnaletica si aggiunge così alle tante questioni irrisolte, come se non bastassero l’immondizia, i relitti abbandonati e le sculture di recente vandalizzate.  

giovedì 8 novembre 2012

Piazza della Concordia. Lavori finiti, ma restano i divieti

I lavori di manutenzione stradale in Piazza della Concordia, iniziati martedì 30 ottobre (leggi post), si sono conclusi lunedì 5 novembre. Siamo soddisfatti del risultato dei lavori, che hanno restituito il giusto decoro ad una pavimentazione da troppo tempo trascurata. Le buche, gli avvallamenti e le pecette di asfalto sono soltanto un brutto ricordo.
Dobbiamo, però, evidenziare una piccola disattenzione. Nei giorni di manutenzione, per rendere possibili i lavori, sono stati collocati, sui pali della luce, segnali di divieto di sosta temporanei. L'aggettivo temporaneo indica appunto una durata limitata nel tempo, tradotto in soldoni la rimozione immediata della segnaletica a chiusura del cantiere. Ad oggi, invece, la stessa è ancora lì, come dimostra la foto scattata questo pomeriggio. La domanda sorge spontanea: per quanto tempo ancora i divieti di sosta rimarranno lì?

lunedì 5 novembre 2012

Forum dei Giovani, elezioni in vista

Martedì 13 novembre, alle ore 19:00, nella sala consiliare "Raffaele Capasso", si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo del locale Forum dei Giovani. Le operazioni di voto avranno inizio alle ore 19:00 e si concluderanno alle ore 21:00. Potranno votare tutti gli iscritti al Forum e coloro i quali faranno pervenire la domanda, corredata di fotocopia della carta d'identità, all'Ufficio Protocollo entro le ore 11:00 del giorno 13 novembre. Al Forum possono aderire tutti i cittadini che abbiamo compiuto il 16° anno di età e che non abbiamo superato il 32° anno di età, purché residenti in San Sebastiano al Vesuvio.
Gli aspiranti consiglieri dovranno presentare la propria candidatura alla Commissione elettorale all'apertura dell'Assemblea. Ai candidati è data la possibilità di sostenere un breve discorso di presentazione ed introduzione delle proprie linee programmatiche. Le operazioni di scrutinio e la proclamazione dei cinque nuovi consiglieri, avverrà subito dopo la chiusura delle urne.

giovedì 1 novembre 2012

Parco Urbano, c'è ancora tempo per votare

A fine maggio lanciavamo, attraverso le pagine del blog (leggi post), un appello indirizzato in primis ai sansebastianesi e a tutti i residenti dell'area vesuviana, invitandoli a partecipare al censimento promosso dal FAI - Fondo Ambiente Italiano, segnalando come "luogo del cuore" il Parco Urbano (o Villa Comunale) di San Sebastiano al Vesuvio. Il censimento si sarebbe dovuto concludere nella giornata di ieri, mercoledì 31 ottobre, ma c'è stata una proroga fino al 30.11.2012. Una buona notizia che ci fa ben sperare di racimolare qualche segnalazione in più. Attualmente, infatti, sono solo 8, poche, pochissime! 
Il 6°censimento FAI è un'occasione unica che dobbiamo sfruttare per dare risalto nazionale al nostro Parco Urbano. Cliccate qui per effettuare la segnalazione. Per completare la registrazione non dovrete fare altro che aprire la vostra casella di posta elettronica e confermare l'indirizzo e-mail. Per chi non lo sapesse, è possibile segnalare anche più luoghi del cuore. Insomma, non avete più scuse per non votare.

martedì 30 ottobre 2012

Piazza della Concordia, lavori in corso

Questa mattina una squadra di operai è al lavoro per la sistemazione della pavimentazione stradale in Piazza della Concordia (vedi foto a lato). Da tempo, infatti, la centralissima piazza è ridotta ad un colabrodo. I cubetti in pietra lavica, saltati in più punti, avevano lasciato ampie voragini, estremamente pericolose per auto e moto, che alla prime piogge, copiose negli ultimi giorni, si trasformavano in veri e propri pantani. Non è la prima volta che, nel corso degli anni, gli operai intervengono per la sistemazione della pavimentazione stradale, a volte con orrende colate di bitume, altre volte mettendo nuovamente in posa i sampietrini. Eppure i lavori stradali, che cambiarono radicalmente il volto della piazza, risalgono a poco più di 5 anni fa. Ci pare strano che in un arco temporale così breve, e in una piazza attraversata da pochi veicoli a motore (in quanto funge essenzialmente da parcheggio), possano saltare intere porzioni di pavimentazione. A questo punto, ci assale più di un dubbio sulla bontà dei lavori eseguiti nel 2007. 

lunedì 29 ottobre 2012

Mercoledì 31 Ottobre, seduta del Consiglio Comunale


Mercoledì 31 Ottobre, alle ore 10:00, si terrà, nella sala consiliare Raffaele Capasso, la seduta  del Consiglio  Comunale  in  sessione ordinaria –  ed in seduta pubblica, per la trattazione dei seguenti argomenti:
1. Lettura e approvazione verbali seduta precedente
2. Approvazione Regolamento Comunale per la disciplina dell'Imposta Municipale Propria sperimentale - Proposta al Consiglio Comunale.
3. Riconoscimento debiti fuori bilancio - regolarizzazioni carte contabili.
4. Riconoscimento debiti fuori bilancio ex art. 194, comma 1 - lett. a) D.Lgs 267/2000 e ss.mm.ii. Sentenze esecutive Giudice di Pace di Sant'Anastasia.
5Riconoscimento debiti fuori bilancio ex art. 194, comma 1 - lett. a) D.Lgs 267/2000 e ss.mm.ii. Incarico professionale per la progettazione definitiva degli interventi urgenti alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche strutturali, della scuola elementare comunale "S.Pertini" di via Falconi.
6. Interrogazione con risposta orale pervenuta il 07.09.2012 n. prot.9002 a firma del Consigliere Comunale Sig. Manzo Gennaro.
7Interrogazione con risposta orale pervenuta il 02.10.2012 n. prot. 9852 a firma del Consigliere Comunale Sig. Manzo Gennaro.
8Interrogazione con risposta orale pervenuta il 02.10.2012 n. prot. 9853 a firma del Consigliere Comunale Sig. Manzo Gennaro.
9Interrogazione con risposta orale pervenuta il 02.10.2012 n. prot. 9854 a firma del Consigliere Comunale Sig. Muccio Antonio.

domenica 28 ottobre 2012

Maltempo,tragedia sfiorata in Viale degli Ulivi

Il ciclone Cassandra, che sta colpendo l'Italia da nord a sud, ha provocato non pochi danni nel vesuviano. Tra la scorsa notte e le prime ore del mattino sono state numerose le chiamate ai vigili del fuoco a causa di allagamenti e alberi caduti. 
A San Sebastiano al Vesuvio, a parte i consueti allagamenti, si contano numerosi rami spezzati e alberi abbattuti dalla furia del vento, anche nella centralissima Via Plinio. Nelle strade costeggiate dai pini, sopratutto le periferiche, gli aghi e le pigne hanno ricoperto interamente il manto stradale, rendendo viscido l'asfalto e ostruendo le caditoie per l'afflusso dell'acqua piovana. In Viale degli Ulivi si è sfiorata la tragedia quando un pino di grosse dimensioni, a ridosso di una villetta, si è schiantato sulla cancellata esterna (vedi foto in alto), sfiorando di poco la privata abitazione. Purtroppo, le previsioni meteorologiche annunciano nelle prossime ore un ulteriore calo delle temperature e abbondanti piogge.

Sondaggio sul Parco Urbano, l'opinione pubblica si divide


Nel mese di Settembre, assieme ad un post che informava della cessione di parte del suolo del Parco Urbano di San Sebastiano al Vesuvio alla locale Parrocchia, pubblicammo, nella barra laterale del Blog, un sondaggio. Il termine ultimo per votare era fissato al 31 dicembre. A seguito, tuttavia, di alcuni problemi tecnici afferenti il server web in cui sono conservati i dati sui votanti, i contatori con il numero dei voti pervenuti  si sono azzerati. Purtroppo il problema persiste rendendo inutile, ormai, la presenza del sondaggio sul blog. Ad un mese, dunque, dalla sua pubblicazione provvediamo a rimuoverlo rendendo noti i risultati. I votanti in tutto sono stati 374, che si sono ripartiti in questo modo: 179  SI (48%) VS 195 NO (52%).
La scelta di realizzare il nuovo complesso parrocchiale all’interno del Parco Urbano e la cessione di suolo che ne è conseguita, già ufficializzata con atto notarile, sembrano così "spaccare in due" l’opinione pubblica. Tutti o quasi concordano con la necessità di realizzare una nuova chiesa per i sempre più numerosi fedeli, ma molti non condividono il fatto che la si edifichi all’interno del Parco: troppo miseri e poco convincenti sembrano stati i tentativi per la ricerca di un’area alternativa.
Intanto è probabile che la data di inizio lavori sia fissata per il prossimo anno: i fondi sono stati stanziati ed il progetto sembra essere pronto.

sabato 27 ottobre 2012

Il tricolore torna a sventolare

Il tricolore torna a sventolare in alto al pennone, posto all'esterno dell'edificio comunale di San Sebastiano al Vesuvio. Solo pochi giorni fa, per l'esattezza il 14 ottobre (leggi post), denunciavamo lo stato penoso in cui versava il vessillo nazionale, auspicandone l'immediata sostituzione.
Stamattina, volgendo lo sguardo verso il Municipio, la lieta sorpresa. La vecchia e lacerata bandiera italiana è stata finalmente sostituita, e con essa anche quella europea. Veder sventolare, nuovamente, anche sotto la pioggia, le due bandiere, simboli dell'unità nazionale ed europea, ci rende felici. 

mercoledì 24 ottobre 2012

Forum dei Giovani. Chi l'ha visto?

Era il mese di novembre del 2011, per l'esattezza il 17, quando venivano eletti dall'assemblea degli iscritti i cinque nuovi consiglieri del Forum dei Giovani di San Sebastiano al Vesuvio (vedi post). Delle proposte avanzate dai membri del direttivo ben poche, in questi 11 mesi, si sono concretizzate. Le uniche iniziative che hanno visto la luce, entrambe nel mese di gennaio, sono state due. Nei primi giorni del 2012 si svolse, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, "Epifania, dolce solidarietà", una raccolta di dolciumi per i bambini delle famiglie indigenti. Pochi giorni dopo, il 27 gennaio, in occasione del "Giorno della memoria", il  direttivo prese parte alla conferenza "Il dovere di ricordare - riflessioni sulla Shoah", nel teatro del Liceo scientifico "Salvatore Di Giacomo".
Tra i progetti morti prematuramente vale la pena ricordare il "progetto cineforum" ed il "progetto ecologia". Il primo prevedeva la proiezione gratuita di film e/o cortometraggi. Il cineforum, in un paese in cui non esiste una sala cinematografica, avrebbe rappresentato un ottimo aggregatore sociale. Il secondo progetto, invece, mirava alla creazione di una squadra di giovani, scelti tra i membri del Forum, dediti alla pulizia di determinate aree del paese.
Spiace dirlo, ma il Consiglio direttivo non è stato all'altezza del suo ruolo e complice la scarsa partecipazione degli iscritti, l'espressione quattro gatti è quanto mai azzeccata, si è impantanato in un nulla di fatto. L'ultima assemblea degli iscritti risale alla scorsa primavera. Pesa sicuramente anche la mancanza di una sede adeguata in cui svolgere in maniera continuativa le attività (il centro pulifunzionale è ad oggi un'incompiuta), ma si poteva e doveva fare di più, dimostrando a tutti che si può portare avanti un'idea, un progetto, anche tra mille difficoltà. Alla scadenza del mandato dell'attuale direttivo, è lecito chiedersi se abbia ancora senso tenere in vita un fardello, il Forum appunto, che pare non interessare più a nessuno.
Aggiornamento del 30.10.2012
In un articolo, a firma di Carmine De Cicco, pubblicato in data odierna sul quotidiano online Il Paese futuro, è stato riportata parte della nostra analisi sull'operato del Forum dei Giovani. Buona lettura.

giovedì 18 ottobre 2012

Ottobre per leggere e per studiare


Il Comune di San Sebastiano al Vesuvio, in collaborazione con l'Istituto Italiano per gli studi filosofici Scuola di Alta Formazione "G. Filangieri" di San Sebastiano al Vesuvio, presenta "Ottobre per leggere e per studiare", rassegna culturale che si svolgerà, a partire da domani mattina, presso la sala consiliare Raffaele Capasso. In tutto quattro incontri pensati per promuovere la cultura, favorendo la partecipazione di ampie fasce di pubblico, nonché la valorizzazione integrata del territorio. Di seguito il programma.
Venerdì 19 Ottobre 2012 ore 9,30
Saluti Giuseppe Capasso, Sindaco di San Sebastiano al Vesuvio.
"Dal 1994 ad oggi: L'importanza della diffusione della cultura attraverso le Scuole di Alta Formazione dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici". Coordina Prof. Raffaele Aratro. Relatore Prof. Giuseppe Fonseca "La Costituzione Italiana: Storia e Valori".

Martedì 23 Ottobre 2012 ore 9,30
Introduzione Prof. Raffaele Aratro.
"L'importanza della diffusione della cultura, appello a favore dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici". Relatore Prof. Silvio Mastrocola "L'evoluzione del linguaggio poetico in Europa e in Italia nella prima metà del secolo XX".

Venerdì 26 Ottobre 2012 ore 18,30
Saluti Giuseppe Capasso, Sindaco di San Sebastiano al Vesuvio.
Relatore Prof. Raffaele Aratro. Presentazione del romanzo poliziesco storico di Mario Tornatore "Il canto di Gisella Hoffmann".

Martedì 30 Ottobre 2012 ore 9,30
Saluti Biagio Pizzo, Presidente del Consiglio Comunale  di San Sebastiano al Vesuvio.
Introduzione Prof. Raffaele Aratro. "L'Attività della Scuola di Alta Formazione "G. Filangieri" nel panorama culturale della provincia di Napoli". Relatore Prof. Silvio Mastrocola "La storia del romanzo del '900: dall'epopea borghese alla tragedia del personaggio".

lunedì 15 ottobre 2012

Protocollo di Intesa Antiracket ed Antiusura

Martedì 16 Ottobre, alle ore 17.00, presso la sala consiliare "Raffaele Capasso" del Comune di San Sebastiano al Vesuvio, ci sarà la sottoscrizione del protocollo di intesa tra: FAI (Federazione delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiane), Coordinamento delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Campane e Comune di San Sebastiano al Vesuvio.
Interverranno: Dott. Andrea de Martino - Prefetto di Napoli, Tano Grasso - Presidente Onorario FAI, Silvia Fucito - Presidente Coordinamento Campano delle Associazioni Antiracket ed Antiusura, Giuseppe Capasso - Sindaco di San Sebastiano al Vesuvio. 

Coordina Raffaele Aratro - Assessore alla Legalità, Cultura e Grandi Eventi del Comune di San Sebastiano al Vesuvio.
Fonte: Comunicato Stampa 
 

domenica 14 ottobre 2012

Il tricolore non sventola più

Il tricolore, posto all'esterno dell'edificio comunale di San Sebastiano al Vesuvio, non sventola più. Da tempo, ormai, il vessillo nazionale versa, come si evince dalla foto a lato, in uno stato penoso. Quasi si fatica a riconoscere in quella stoffa sbiadita e lacerata in più parti la nostra bandiera.
La bandiera italiana e quella europea, delle medesime dimensioni, vanno esposte all'esterno degli edifici pubblici in buono stato e correttamente dispiegate. Tra l'altro, ove siano disponibili tre pennoni fissi e le bandiere da esporre siano due, proprio come nel caso in specie, è lasciato libero il pennone centrale. E'tutto nero su bianco, basta leggere il regolamento recante la disciplina dell'uso delle bandiere della Repubblica italiana e dell'Unione europea da parte delle amministrazioni dello Stato e degli enti pubblici (D.P.R. 7 aprile 2000, n. 121). Volendo sorvolare sulla disposizione delle bandiere, non si può, però, soprassedere sulla mancata sostituzione della, ormai, malconcia bandiera con una nuova.
Nella speranza di veder sventolare quanto prima la nostra bandiera accanto a quella europea, raccomandiamo ai nostri amministratori di rispettare anche colori, individuati chiaramente nel 2006 con un Decreto del Consiglio dei Ministri, e dimensioni, ossia il formato standard 200x300 cm.

sabato 13 ottobre 2012

La Fenice Gruppo Scuola: essere cittadini!


Fare i cittadini è il modo migliore di esserlo. Partiamo da questa frase ricca di significato per incentrare il discorso sull'importanza della “cittadinanza attiva”. Mai quanto in questo periodo di decadenza politica e crisi economica si sente la necessità di una forza nuova, che venga dal basso, per ristabilire l’equilibrio, ormai perduto,  fra interesse pubblico e privato. Il cittadino attivo è colui che davanti all’inefficienza amministrativa non si volta dall’altra parte lamentandosi, ma decide di agire in prima persona in nome del cambiamento.
E’così che nasce spontaneamente a San Sebastiano al Vesuvio “La Fenice Gruppo Scuola”. Ad unirsi in difesa del bene collettivo è un gruppo di genitori del vesuviano. In comune hanno l’amore per il territorio  e l'interesse per la scuola di via degli Astronauti, frequentata dai loro bambini. E’ proprio sull'uscio del plesso, dove quotidianamente si incontrano all’orario di ingresso ed uscita, che si innesca la scintilla del cambiamento. Ad alimentarla la sottile rabbia che spesso sprona a passare dalle “parole ai fatti”.
I genitori si lamentano della condizione in cui versa la scuola  costretta, dalla mancanza di manutenzione, ad uno stato di fatiscenza e degrado. A suscitare ancora più indignazione l’ennesima infiltrazione d’acqua che, seguita ad un’abbondante pioggia, costringe i bambini a lezioni  nei corridoi. Puntare il dito contro chi dovrebbe amministrare la "cosa pubblica" al meglio e non lo fa, nascondendo l’inadeguatezza dietro la mancanza di risorse è facile, ma non porta risultati. 
Si comincia così a fare gruppo, a contattare gli assessori di turno. Costoro, davanti all’insistenza dei genitori, intenzionati ad occuparsi della pulizia della scuola, non possono che fornire “carta bianca”.
Il primo intervento -spiega il portavoce della Fenice Giacomo di Fiore- comportò un impegno di spesa di 89 euro”. Tanto bastò per l’acquisto di alcune piante di ciclamino ed una grossa bandiera dell’Italia. Un intervento condotto appena da 5 persone cui ne seguirono 20 il lunedì successivo ed infine 40 all’ultimo appuntamento. Sono bastati 3 incontri per per cambiare il volto della Capasso e della Collodi, con 40 buste di rifiuti raccolte, ed alcune aule imbiancate.
Quelle che sembrano mancare  - dice Di Fiore  - sono le idee”, intendendo che la carenza di risorse diventa un alibi per non fare nulla, neanche ciò che si potrebbe con poco.  Qui inevitabile la mente ritorna ai fasti del passato ed al ricordo di Raffaele Capasso, che fu  Sindaco ed uomo d'altri tempi. In effetti di idee Capasso padre ne aveva e come.  A lui si deve lo slogan “adotta un albero”, che invitava il cittadino a prendersi cura del verde  pubblico, e l’istituzione della Rassegna Annuale del Verde, evento che riuniva e coinvolgeva gli studenti delle scuole ed i  sansebastianesi tutti, in nome dell’amore per il proprio territorio; un appuntamento che oggi si tiene ancora anche se  snaturato della sua originaria essenza.
La Fenice Gruppo scuola si propone così di diventare punto stabile sul territorio per una rinascita che dalle scuole si rifletta sul paese.  Molte le adesioni, chi non può partecipare attivamente lo fa donando una pianta o materiale didattico per gli studenti, inoltre, al gruppo di genitori attivi, si uniscono anche coloro che sono stanchi di vivere nel degrado dilagante.
Un momento di riscatto importante per il piccolo paese alla pendici del Vesuvio e per i sui abitanti, a maturare è la consapevolezza  che cambiare si può, basta volerlo insieme. 
Fonte foto: La Fenice Gruppo Scuola

mercoledì 10 ottobre 2012

Iscrizioni all'albo dei presidenti e degli scrutatori di seggio elettorale

C'è tempo fino al 31 ottobre per iscriversi all'albo delle persone idonee all'ufficio di presidenza di seggio elettorale.
Chi volesse invece proporsi come scutatore, ed iscriversi al relativo albo, può farlo fino al 30 novembre.
Di seguito pubblichiamo l'avviso ufficiale del Comune di San Sebastiano al Vesuvio che riporta i requisiti richiesti e le procedure da seguire per inoltrare la domanda.
I moduli sono disponibili, per il download, anche ai seguenti link: domanda presidenti - domanda scrutatori

martedì 9 ottobre 2012

Il video della spedizione pulitiva di domenica 7 Ottobre

Nel post di domenica sera, vi avevamo anticipato che entro breve avremmo pubblicato il video della spedizione pulitiva lungo la Castelluccia. Detto, fatto! Ora non vi resta che cliccare sul tasto play. Buona visione!

domenica 7 ottobre 2012

Spedizione pulitiva lungo la Castelluccia

Vi sono alcuni sentieri del Parco nazionale del Vesuvio di grande fascino, lontani dai classici flussi turistici, che vale la pena percorrere per conoscere meglio il territorio vesuviano. Purtroppo, però, abbiamo spesso appurato in prima persona lo stato di abbandono in cui versano i sentieri meno battuti dagli escursionisti. Talvolta, è quasi impossibile avanzare tra la vegetazione, cresciuta a dismisura per la mancanza di idonea manutenzione da parte degli uomini del Parco. All'indomani dell'escursione lungo l'alveo Molaro (vedi post), iniziammo a coltivare l'idea di pulire il "sentiero di avvicinamento la Castelluccia", nel Comune di Massa di Somma. Qui è necessaria aprire una breve parentesi per chiarire un equivoco. La famosa spedizione pulitiva dello scorso anno (vedi post) si svolse, in realtà, lungo il "sentiero delle capre" e non lungo, quella che credevamo essere, la Castelluccia. 
Per giungere al "sentiero di avvicinamento la Castelluccia" si può parcheggiare l'auto comodamente nei presi del Ristorante "Villa Egea" in Via Veseri e proseguire, poi, a piedi lungo l'alveo Molaro. Purtroppo, lungo il percorso, che ripercorre l'antico tracciato delle briglie borboniche, non si può fare a meno di notare grosse quantità di rifiuti scaricati ai lati della strada. Il pugno allo stomaco più forte è generato alla vista di una vera e propria discarica nata e cresciuta in un dirupo (vedi foto a lato). Ogni genere di rifiuto prodotto dall'essere umano è lì in bella mostra! Man mano che si prosegue lungo la salita, i fondi agricoli lasciano spazio alla vegetazione, che diviene sempre più fitta. 
Poco oltre i 300 mslm, spostandosi sulla destra, ha inizio il "Sentiero di avvicinamento la Castelluccia", proprio come recita un cartello di legno, ormai crollato e coperto quasi interamente dalla vegetazione (vedi foto a lato). Stamattina, "armati" di roncola, falcetto, forbici da pota e tanta buona volontà, abbiamo iniziato a pulire il tratto iniziale del sentiero, liberandolo dalla vegetazione cresciuta oltremodo. Verso ora di pranzo, e dopo tre ore d'intenso lavoro, ci siamo fermati, ma torneremo quanto prima, magari con qualche braccia in più, per terminare il lavoro! Il video della giornata sarà disponibile a breve sul nostro canale Youtube.

venerdì 5 ottobre 2012

Importanti segnali di Cittadinanza Attiva


San Sebastiano al Vesuvio, cittadina  nota a tutti, un tempo, con l'appellativo di  “Piccola Svizzera”, sta attraversando uno dei suoi periodi più bui. Lo stato di squallore ed incuria in cui versano le strade cittadine, soprattutto quelle periferiche, non ha infatti precedenti. 
A mettere una toppa ad una situazione ormai sfuggita di mano agli amministratori locali ci pensano i suoi abitanti. Segnali incoraggianti di “cittadinanza attiva” arrivano, ad esempio, da piazza San Domenico. Qui,  nel mese di settembre, uno dei primi interventi di pulizia ad opera dei residenti. Armati di scope  e palette, gli operosi cittadini si organizzarono per restituire nuovamente decoro alla piazza invasa dagli aghi di  pino e dai rifiuti. A ruota l’esempio fu seguito da singoli residenti di via Palmieri (vedi foto) e via Cianciulli
E’ di questi giorni la notizia di un gruppo di genitori intenti a restituire dignità al giardino ed alle aule del circolo didattico di  via degli Astronauti. Reclamano a gran voce il diritto che i propri figli possano studiare  e formarsi in un contesto di decoro e pulizia. Le “spedizioni pulitive” sono organizzate e promosse attraverso la rete ed è qui che la mobilitazione e la protesta si fa più forte.
In tale contesto i  cittadini sansebastianesi, o almeno una parte di essi, stanno maturando una nuova consapevolezza:  occorre essere attivi, pronti ad intervenire, quando necessario,  per  sopperire all'indifferenza della politica locale troppo litigiosa se non impegnata ad inseguire un ipocrita ideale di "legalità". Intanto l'eco della mobilitazione si espande creando imbarazzo nelle "alte sfere" per il contagioso entusiasmo e successo delle iniziative messe in campo. La parola d’ordine è quella di agire, nel nome dell’amore per il proprio territorio e per la salvaguardia dei beni comuni.   


giovedì 4 ottobre 2012

L'acqua è un bene comune, non sprecarla!

A partire dal mese di Luglio 2012 i comuni dell'ATO3 (Casalnuovo di Napoli, Ercolano, Ottaviano, San Giorgio a Cremano, San Giuseppe Vesuviano, Somma Vesuviana, Pomigliano d'Arco, Portici, Torre del Greco) sono stati colpiti da continui disservizi idrici.
Il motivo? Bhé ce ne sono due! Come si legge dal comunicato pubblicato sul sito della GORI S.P.A, società di gestione idrica dell'area vesuviana. Il primo motivo è che su scala regionale c'è sempre più una minore disponibilità della risorsa idrica; il secondo è che, a causa delle alte temperature registrate in questi mesi, il consumo è aumentato del 30%.
Il connubio di questi due fattori ha comportato il distacco idrico a migliaia di persone, per consentire l'accumulo di riserve da parte del gestore. La GORI, inoltre con una lettera inviata a Luglio di quest'anno, ha esortato i sindaci a sensibilizzare la popolazione sul tema del risparmio idrico. Cosa che a quanto sembra è ancora in fase di rodaggio, considerando che il disservizio si è prolungato fino al mese di Ottobre.
Sicuramente non c'è bisogno di un manuale d'uso…  le regole sono semplici e basilari. Moderare i consumi evitando sprechi inutili.
C'è da sottolineare che una volta sensibilizzata la popolazione bisognerebbe considerare anche altri fattori, come ad esempio le perdite idriche dovute ad una rete datata che avrebbe sempre più bisogno di manutenzione ordinaria. Ciò eviterebbe interventi straordinari che comportano costi elevati e nervosismo nella popolazione costretta a rimanere "a bocca asciutta" anche per più giorni. Un altro fattore da non sottovalutare è l'incremento demografico che nel nostro territorio ha sempre avuto un andamento oscillatorio… alternando periodi di bassi livelli demografici con crescite apprezzabili.
In conclusione, nel nostro piccolo cerchiamo di essere parsimoniosi, l'acqua è un bene comune ed è giusto preservarla.
Autore: ZioGianni

martedì 2 ottobre 2012

Memorial Vincenzo Liguori / il video

Nel frammento di video allegato, la parte finale dell’intervento di Alfredo Avella al motoraduno “II Memorial Vincenzo Liguori” che si è tenuto domenica 30 settembre a Pollena Trocchia (leggi post).
Il Vicepresidente del ”Coordinamento delle Vittime Innocenti della Criminalità” nel suo discorso evidenzia l’importanza che i simboli rivestono per la memoria collettiva. Cita come esempio la Citroen Mehari verde sulla quale Giancarlo Siani venne ucciso nel 1985. L’auto diventerà il "simbolo della legalità" per la città di Napoli e sarà esposta permanentemente al Vomero, con un’apposita installazione, nella Rotonda Caldieri. Ricorda inoltre suo figlio Paolino vittima di un tragico incidente avvenuto durante un tentativo di rapina a san Sebastiano al Vesuvio. A testimoniare quel triste giorno del 2003 la stele commemorativa posta in Via Marconi e spesso oggetto di atti vandalici con pupazzetti strappati e fiori rimossi.
In tale ottica il motoraduno di Pollena è molto più di un semplice incontro motociclistico, è infatti l’occasione per ricordare “che insieme ad Enzo Liguori – sottolinea Alfredo Avella - ci sono tantissime vittime innocenti della criminalità”. Da qui la speranza  che questo assurdo massacro un giorno possa aver fine ed il lungo elenco con centinaia di nomi innocenti essere chiuso per sempre.
Alcuni scatti fotografici della giornata sono disponibili al seguente link.

San Sebastiano al Vesuvio News si rifà il look

Era il mese di ottobre dello scorso anno, quando sottoponemmo il blog ad un leggero maquillage. A distanza di un anno abbiamo deciso d'intervenire in modo più deciso non solo sui colori, che danno maggiore luminosità alle pagine di San Sebastiano al Vesuvio News, ma anche sul modello, che resta, comunque, semplice ed intuitivo. Ora i pulsanti dei social network sono meglio armonizzati all'interno del post, così la condivisione sarà sempre a portata di un click. Mancano alcuni dettagli da sistemare, ma il più è fatto. Forse caricheremo una foto di San Sebastiano al Vesuvio, come immagine di copertina. In ogni caso, fateci sapere se la nuova veste grafica è di vostro gradimento. 

domenica 30 settembre 2012

Cappella Cianciulli, restauro in corso


Da qualche settimana sono cominciati i lavori per il restauro della Cappella Cianciulli. Ubicata in località San Domenico, nella parte alta di San Sebastiano al Vesuvio, la cappella votiva dedicata al culto di San Vito Martire, versava da molti anni in uno stato di decadenza architettonica ed abbandono. L’ultima ristrutturazione, fortemente voluta dai fedeli e dall’allora Sindaco Raffaele Capasso, è datata  1982.
La cappella è un'importante testimonianza del passato della cittadina vesuviana. Le prime notizie sulla sua esistenza risalgono infatti al XVI secolo. Fu l'illustre avvocato napoletano Michelangelo Cianciulli - da cui l'attuale appellativo - a volere, nella seconda metà del XVIII secolo, l’abbellimento dell'interno con stucchi roccocò. L'ultimo proprietario Giuseppe Moffa, nel 1961, dieci giorni prima della sua morte, la donò alla locale Parrocchia di San Sebastiano.
L'antico tempio votivo sarà così riportato al suo originario splendore e restituito all'affetto dei tanti fedeli. Non è nota la data di fine lavori, probabile che si faccia in tempo per il prossimo gennaio, mese in cui si tiene la festa di San Sebastiano Martire, Santo Patrono di San Sebastiano al Vesuvio.   

sabato 29 settembre 2012

Incuria e degrado all'intero del Parco Urbano di Via Panoramica / il video

Sul finire di agosto ci siamo recati nel Parco Urbano di San Sebastiano al Vesuvio, sito in Via Panoramica Fellapane, curiosi di capire se, dopo un nostro sopralluogo nel mese di maggio e dopo le segnalazioni inviateci dai lettori nei mesi scorsi (vedi qui e qui), la situazione fosse migliorata. Per scoprirlo, non dovete fare altro che vedere il video che abbiamo caricato qui in basso. Vi anticipiamo solo che il breve filmato documenta lo stato in cui versano i terrazzamenti del Parco Urbano, quelli (in teoria) interdetti al pubblico, ma di fatto accessibili sempre e comunque.

giovedì 27 settembre 2012

Il Memorial Vincenzo Liguori


Si osserverà un minuto di "rumore", quello prodotto dal rombo dei motori. Roba da far accapponare la pelle ai tanti appassionati delle due ruote. Di certo un brivido avrebbe percorso anche Vincenzo Liguori, ucciso nella sua officina di San Giorgio a Cremano il 13 gennaio del 2011.
La camorra aggiungeva così sul taccuino rosso sangue della vergogna il nome di  un’altra vittima innocente. Vincenzo fu punito perchè testimone di un delitto; aveva ancora le mani sporche di grasso, mentre svolgeva con passione il suo lavoro, riparando motociclette. Al suo ricordo è dedicato il motoraduno di domenica 30 settembre – Memorial Vincenzo Liguori - che si terrà a Pollena Trocchia.
L’evento, organizzato dall’Associazione locale Liberi Pensieri, vedrà la partecipazione di moto d’epoca affiancate da mezzi moderni.
Un memorial per la legalità e per lanciare un appello alle istituzioni affinchè al più presto venga fatta giustizia. Con tale messaggio il corteo muoverà, alle 10.30, dall’area mercatale di Pollena Trocchia, in cui le moto si incontreranno a partire dalle 8, per percorrere le vie principali del paese.
A ricordare le vittime innocenti della camorra anche Alfredo Avella, papà di Paolino tragicamente ucciso a San Sebastiano al Vesuvio durante un tentativo di rapina nel 2003. 

mercoledì 26 settembre 2012

Dal 28 al 30 Settembre, Puliamo il Mondo 2012



"Puliamo il Mondo" è l'edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Dal 1993 Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro di oltre 1000 gruppi di "volontari dell'ambiente", che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine. L'edizione 2012 di "Puliamo il Mondo" si svolgerà da venerdì 28 a domenica 30 settembre.
A tal proposito, vi segnaliamo una bella iniziativa che avrà luogo nel nostro comune. Legambiente Parco del Vesuvio, con la partecipazione del Liceo Salvatore di Giacomo di San Sebastiano al Vesuvio prenderà parte all'iniziativa ambientalista dedicandosi alla pulizia del sentiero n. 8 del Parco nazionale del Vesuvio, meglio noto come “Trenino a cremagliera”. L'appuntamento è  fissato per venerdì 28 settembre, dalle ore 09:00, in Via Panoramica Fellapane, all'altezza della sbarra metallica che segna l'inizia sentiero n. 8. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Legambiente Parco del Vesuvio.

martedì 25 settembre 2012

Cure termali per 100 anziani

L’Amministrazione delle Terme di Stabia offre la possibilità a 100 anziani autosufficienti, residenti nel comune di San Sebastiano al Vesuvio, di praticare le cure termali. Infatti  per l’occasione, al fine di raggiungere la  struttura sita a Castellamare di Stabia, sarà attivato un servizio di trasporto a mezzo bus granturismo. Le cure avranno inizio lunedì 8 ottobre per una durata di 12 giorni.
Per partecipare occorre far pervenire la propria adesione all'Ufficio dei Servizi Sociali del Comune, il termine è fissato per il 28 settembre. I giorni preposti per l'inoltro della domanda sono: mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30. 
Per maggiori informazioni contattare l'ufficio– tel. 081 786 71 12

venerdì 21 settembre 2012

Il Sondaggio sul Parco Urbano


Il 10 dicembre 2010 la “Parrocchia di San Sebastiano Martire” richiedeva al comune di San Sebastiano al Vesuvio la cessione in diritto di superficie di un’area di circa 6000 mq per la realizzazione di un complesso parrocchiale composto da: Chiesa, Casa Canonica, Opere di ministero pastorale e strutture all’aperto per attività di formazione e ricreazione dei giovani. La richiesta trovava accoglimento nel Consiglio Comunale del 28 dicembre dello stesso anno (vedi post). Durante la seduta si decise di concedere alla Parrocchia di San Sebastiano Martire, "in diritto di superficie gratuito", un’area di 5400 mq localizzata nell’attuale Parco Urbano di via Panoramica Fellapane.  L’ufficializzazione è avvenuta nel mese di maggio dell’anno in corso con la stesura di un atto notarile che, di fatto, sancisce la cessione. Tre anni il limite fissato per l'inizio dei lavori subordinato al rilascio del permesso a costruire ed al parere degli Enti preposti alla tutela del territorio.
Il Parco e l'Auditorium - Purtroppo, il destino del Parco Urbano, lasciato completamente all'abbandono negli ultimi anni, in particolare nella sua parte alta, è segnato. Eppure si tratta di un polmone verde di grande valore, situato alle pendici del Vesuvio in pieno Parco Nazionale, con essenze arboree trascurate, ma pregiate, concentrate in particolare nei terrazzamenti superiori che saranno smantellati per far posto al cemento del nuovo complesso edilizio parrocchiale.
Il Consiglio Comunale giustificò la cessione facendo leva sui vantaggi che la cittadinanza avrebbe avuto dalla costruzione di un Auditorium che, si diceva, fosse messo completamente a disposizione dei giovani e dei cittadini. In realtà si apprende che  l’auditorium e/o teatro e le strutture all’aperto "saranno concesse al Comune di San Sebastiano al Vesuvio un solo giorno a settimana e dal giovedì alla domenica dell’ultima settimana di settembre esclusivamente per finalità istituzionali e su richiesta dello stesso Comune. Le attività dovranno rispettare la specificità del luogo ed il loro programma comunicato al Parroco almeno trenta giorni prima". 
Il sondaggio - Dell’attuale Parco Urbano rimarrà così solo la parte inferiore. E i cittadini cosa ne pensano? Concordano con la cessione a titolo gratuito di una sua consistente area, con la finalità di realizzare un complesso parrocchiale? In fondo, è davvero questa un’opera necessaria? Nel tentativo di saggiare l’opinione cittadina in merito, lanciamo un nuovo sondaggio che rimarrà, nella barra laterale, attivo fino al 31 dicembre.

martedì 18 settembre 2012

28 e 29 Settembre, VI edizione del premio nazionale "Per la cultura della legalità e per la sicurezza dei cittadini"

Venerdì 28 e sabato 29 settembre si svolgerà, a San Sebastiano al Vesuvio, la VI edizione del premio nazionale "Per la cultura della legalità e per la sicurezza dei cittadini" (vedi locandina a lato). Le giornate della legalità, quest'anno ridotte a due, sono dedicate ai giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino, nonché agli uomini delle loro scorte: Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Fabio Li Muli e Claudio Traina.
Di seguito il programma delle giornate (in realtà mattinate), che si svolgeranno all'interno dei plessi scolastici di Via Falconi.
Venerdì 28 settembre 2012
ore 09:30
Teatro scuola media "G. Salvemini" 
La legge è uguale per tutti” - Incontro con il Dott. Federico Cafiero De Raho. Coordina Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania. Saluti Giuseppe Capasso, Sindaco di San Sebastiano al Vesuvio.
Sabato 29 settembre 2012
ore 09:30 
Auditorium del liceo scientifico "S. Di Giacomo"
Il Dott. Giuseppe Ayala incontra gli studenti e i cittadini per parlare del suo libro “Chi ha paura muore ogni giorno”. Coordina Gabriella Fancelli, giornalista del Tg3. Saluti Raffaele Aratro, Assessore pubblica istruzione - cultura - legalità - grandi eventi - università - formazione di San Sebastiano al Vesuvio.
ore 11:00
Teatro scuola media "G. Salvemini" 
Cerimonia di consegna dei premi della VI edizione del premio pazionale "Per la Cultura della Legalità e per  la Sicurezza dei cittadini". Premio speciale giovane cronista a Radio Siani, la web radio di Ercolano dedicata alla legalità; premio letteratura al Dott. Giuseppe Ayala; premio impegno civile al Dott. Federico Cafiero De Raho, coordinatore DDA e a Raffaellina Ottaviano, Presidente Associazione Ercolano per la legalità. Presenta Adriano Albano, giornalista del Tg3.

venerdì 14 settembre 2012

Il Filo Spezzato, la convention dei "Cittadini per il Parco"

Venerdì 7 settembre si è tenuta, presso la facoltà di Agraria di Portici la convention del Movimento “Cittadini per il Parco”.  In una sala gremita, gli ospiti presenti, hanno discusso della salvaguardia del nostro patrimonio ambientale e culturale.
Dopo i saluti di rito del Preside della Facoltà, Paolo Masi, la parola passa al portavoce del movimento organizzatore, Giovanni Marino, imprenditore agricolo. Marino legge un comunicato del movimento che subito accende i riflettori sull’Ente Parco del Vesuvio, collettore e portavoce, nelle intenzioni originarie, delle esigenze dei 13 comuni rappresentati. L’accento è posto sulla “Comunità del Parco”, mai veramente nata – denuncia Marino - a causa della litigiosità delle amministrazioni: “Cittadini per il Parco cercherà di fare quello che la politica non ha voluto o saputo fare, cercherà di creare la Comunità del Parco dal basso”. In ballo ci sono anche i progetti PIRAP che, ad una prima analisi dei CpP, sembrano destinati al miglioramento della viabilità ed al rifacimento di strade urbane e rurali e non ad un organico programma di qualifica e sviluppo dell’area del Parco.
Prende la parola l’archeologo Salvatore Settis, il suo discorso è sintetizzato in una frase: “La tutela dell’ambienta e la tutela dei diritti umani sono la stessa cosa”.
Carlo Petrini, fondatore di “Slow Food Italia” evidenzia la necessità di un nuovo paradigma. In sintesi ritiene necessario, per uscire dalla difficile situazione economica in cui versa il Paese, ritornare all’agricoltura ed all’artigianato innescando, allo stesso tempo, una nuova cultura del risparmio al fine di evitare gli inutili sprechi.
A riportarci alle specifiche questioni locali ci pensano tre rappresentati di altrettante associazioni operanti sul territorio. Gli attivisti campani del “Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio” rivendicano l’incostituzionalità della legge regionale che riguarda la tutela e la salvaguardia del paesaggio. Il comitato “In Città c’è Movimento” di Sorrento, chiedendo solidarietà ai vesuviani, lamenta dell’aggressione inaudita subita dal loro territorio "devastato da boxlandia”, così è definita la “moda speculativa” di realizzare box auto al posto degli agrumeti. Un ultimo intervento pone l’accento sulla problematica di Terzigno ed allo stesso tempo elogia la mobilitazione della cittadinanza contro la tristemente famosa discarica. "Il Parco del Vesuvio non può essere un luogo di discariche per l’inefficienza degli amministratori e della politica", questo il messaggio lanciato, pienamente condiviso da Ugo Leone, Presidente dell’ Ente Parco. La tutela e la salvaguardia del territorio si intrecciano inoltre con le preoccupazioni di chi del Vesuvio vede i potenziali rischi. Manca la presa di coscienza delle popolazioni alla pendici del vulcano che spesso ignorano la sua pericolosità e soprattutto un piano di evacuazione, degno di questo nome, supportato da mezzi ed esercitazioni.
Dal dibattito emerge un’esigenza comune: tutte le realtà territoriali reclamano la necessità di un maggiore dialogo e di una maggiore rappresentatività a livello istituzionale. Le forze in campo sono tante, ed è necessario che comincino davvero a cooperare superando la logica spesso individualistica da cui sono ispirate. E’ una sfida di certo non facile, ma l’obiettivo è nobile, c’è in gioco in destino del Parco del Vesuvio insieme a quello di intere generazioni di giovani che in esso potrebbero maturare attività ed interessi.      

martedì 11 settembre 2012

Domenica 16 settembre, la I edizione di "In canto al Vesuvio"


La prima edizione di "In canto al Vesuvio" andrà in scena domenica 16 settembre, a partire dalle ore 20:00, nel Parco Urbano di San Sebastiano al Vesuvio, nel cuore del Parco Nazionale. Il concorso canoro vedrà sfidarsi 14 cantanti con due brani ciascuno. A giudicare il talento dei concorrenti e incoronare i vincitori ci saranno tre categorie di giurati: la giuria tecnica - composta da musicisti, la giuria critica - composta da giornalisti ed, infine, la giuria popolare - rappresentata dal pubblico. Organizzato dall'associazione "Pecam", presieduta da Silvia Camardella, "In canto al Vesuvio" è alla sua edizione d'esordio ed ha ottenuto il patrocinio del Comune di San Sebastiano al Vesuvio ed è stata inserita nel cartellone della XXXIII edizione della Rassegna del Verde. Invitati speciali della serata: direttamente da Made in Sud Gli Arteteca, Claudio Cammarota e il duo Carmelo-Bruna. Sarà presente anche l’EPAS (FNA Germania) che patrocina l’Associazione Culturale "Centro Italiano" per scambi culturali. Si esibiranno, inoltre, i ballerini della scuola di danza "Romeo e Giulietta". Presentatori della serata: Giorgio Tartaro e Valentina Pepe. Ingresso libero.